Lavoro: le figure professionali più richieste

0
1382

Uno dei maggiori crucci che affligge gli studenti prossimi al diploma è la scelta dell’università. Trovare lavoro dipende molto dal corso di studi che si è scelto di intraprendere, oltre che da alcune abilità innate. Partendo dalle tendenze mondiali nel campo lavorativo, vedremo le figure professionali più richieste anche in Italia.

Loading...

Trovare lavoro all’estero

Negli ultimi anni i giovani laureati italiani stanno compiendo un vero e proprio esodo verso altri Paesi alla ricerca di un posto di lavoro coerente con i loro studi e con la carriera ricercata. Se si è scelto quindi l’estero per vedere ricompensati i propri sforzi, quali sono le destinazioni in cui è più facile costruirsi un futuro certo?

Al primo posto la Svizzera: offre ottime opportunità lavorative e una qualità della vita molto alta, a pochi passi dall’Italia. I profili più ricercati sono quelli di operai e artigiani.

Gli Stati Uniti si aggiudicano il secondo posto, seguiti dal Canada, paesi in cui la manodopera straniera è impiegata in lavori altamente specializzati. E, tornando in Europa, al quarto posto ci sono i Paesi Bassi per i suoi programmi di attrazione dei talenti, la detassazione per i redditi degli immigrati e per l’alta qualità della vita. Infine la Germania, dove si cercano artigiani tecnici ma anche figure manageriali.

Parlando più nello specifico dei settori che offrono più opportunità, troviamo:

  • Information & Communication Technology: comprende “artigiani” del software, ossia programmatori, scrittori del software e debuggers. Maggiore richiesta: Europa
  • Oil & Gas: progettazione elettronica, costruttiva e dei processi, ma anche di attività di supporto e di staff. Maggiore richiesta: Regno Unito e Nord Europa.
  • Engineers: si parla di tecnici e ingegneri con competenze gestionali, impiegati in ambito energetico ed elettrico. Maggiore richiesta: Germania, Stati Uniti, Canada e Australia.

Trovare lavoro in Italia

Se invece si preferisce cercare fortuna in Italia, è bene sapere le tendenze del mercato del lavoro italiano e le figure professionali maggiormente richieste. Un buon inizio è rimanere costantemente informati sui concorsi pubblici in uscita nel 2020 che possono rappresentare un’ottima occasione per molti giovani sia diplomati che neolaureati.

L’inclinazione del mondo del lavoro italiano del 2020 è sicuramente la ricerca di competenze digitali. Cresce in maniera sensibile il numero di aziende “non Tech” interessate a candidati con capacità nel digitale, soprattutto nei settori legale, manifatturiero, bancario e farmaceutico. Conseguenza di ciò è che profili dalle spiccate competenze digitali, pagati bene nel comparto It, a volte vengono pagati anche meglio nei settori non tech.

Fra le figure professionali emergenti maggiormente richieste sul mercato, gli esperti nell’analisi dei dati, nella sicurezza informatica, nell’intelligenza artificiale, nell’analisi di mercato. Come mostrano i dati raccolti da Glassdoor, le aziende italiane sono sempre più alla ricerca di sviluppatori di software, ingegneri di sistema, sviluppatori Java e ingegneri di software.

I ruoli più ricercati dalle aziende seconda la classifica di Glassdoor sono:

  • Project Manager, colui che sviluppa progetti per grandi clienti internazionali di cui è chiamato a curarne tutte le fasi di sviluppo: valutazione, pianificazione, realizzazione e controllo. La retribuzione media annua è di quasi 38 mila euro.
  • il Mechanical Designer, riflesso della tradizione industriale italiana, ingegnere meccanico e di meccatronica, con stipendio medio annuale di circa 37 mila euro.
  • lo Sviluppatore di Software, professione sempre più centrale con l’avanzata del digitale, che guadagna circa 36 mila euro annui.
Loading...