Test sierologici Covid: come funzionano e quando sono utili

0
107
Test-sierologici-Covid

Ultimamente sentiamo sempre più spesso parlare dei test sierologici Covid, che permettono di verificare se un paziente abbia sviluppato anticorpi specifici contro il coronavirus. Bisogna però ricordare che non parliamo di esami diagnostici: i test sierologici non sono utili ad oggi per confermare la positività di un individuo al virus. Hanno finalità differenti e vengono eseguiti anche in modo diverso, dunque vale la pena fare chiarezza in merito.

Loading...

Tampone molecolare: cos’è e perchè è più affidabile di quello antigenico

I test sierologici per il Covid non sono la stessa cosa dei tamponi, che ad oggi rimangono l’unico esame diagnostico per accertare la positività al virus. Vediamo insieme come funzionano e in quali casi sono utili.

Test sierologici Covid: cosa sono e come funzionano

I test sierologici Covid sono esami che vengono realizzati su campioni di sangue e che consentono di verificare la presenza di anticorpi specifici sviluppati dall’organismo in risposta al virus. Grazie a questi esami dunque è possibile sapere se un paziente è entrato in contatto con il coronavirus e dunque se è stato contagiato, anche se privo di sintomi manifesti.

I test sierologici Covid identificano la presenza nel sangue degli anticorpi ossia delle immunoglobuline di due tipologie: le IgM (che indicano un’infezione recente da Covid) o le IgG (che invece indicano un’infezione passata). Nel caso delle IgG è bene ricordare che queste immunoglobuline iniziano ad essere presenti nel sangue solo verso la fine della terza settimana da quando è avvenuto il contagio.

Test sierologici Covid: tipologie

Ad oggi esistono due tipologie di test sierologici per il Covid: quelli qualitativi e quelli quantitativi. Vediamo quali sono le differenze.

Test sierologici qualitativi

I test sierologici qualitativi vengono eseguiti su un campione minimo di sangue capillare: sono infatti sufficienti pochissime gocce, solitamente prelevate dal polpastrello della mano. Vengono anche chiamati test sierologici rapidi, in quanto il risultato si ottiene in pochi minuti ma si può sapere solo se nel sangue sono presenti anticorpi specifici per il Covid. Non è dunque possibile conoscerne le quantità.

Test sierologici quantitativi

I test sierologici quantitativi invece prevedono un prelievo vero e proprio di sangue venoso ed il risultati sono disponibili generalmente entro alcune ore. Questi sono più affidabili e consentono anche di valutare i quantitativi di anticorpi presenti nel sangue, oltre che distinguere le tipologie di immunoglobuline.

A cosa servono i test sierologici e quando sono utili

Come abbiamo accennato, i test sierologici non sostituiscono i tamponi molecolari in quanto sono utili solo per verificare l’eventuale esposizione al virus di un paziente. Poichè tuttavia la presenza di anticorpi si nota in modo tardivo, non consentono di diagnosticare un’infezione in atto ma solo un’infezione avvenuta nelle settimane precedenti al test.

Non bisogna dunque fare l’errore di pensare che il test sierologico sia utile per diagnosticare il Covid perchè non è così. Si rivela tuttavia un importante strumento di monitoraggio, che consente di avere un quadro piuttosto preciso della situazione epidemiologica. Adesso che si stanno somministrando i vaccini inoltre, grazie ai test sierologici sarà possibile verificarne l’effettiva efficacia.

Loading...