Solstizio d inverno: il giorno più corto dell’anno segna l’inizio della stagione

0
189
Solstizio-d-inverno

Il solstizio d inverno è il giorno più corto dell’anno e segna l’inizio dell’inverno astronomico. Quest’anno è caduto il 21 dicembre e possiamo dunque dire di esserci lasciati ufficialmente alle spalle la stagione autunnale. Il solstizio d inverno è un fenomeno piuttosto complesso, perchè legato alla posizione raggiunta dalla Terra durante il suo moto di rotazione e all’inclinazione dei raggi solari. Non a caso, il solstizio d inverno non è uguale su tutto il Pianeta: quello che per noi è il giorno più corto dell’anno, nell’emisfero australe è al contrario quello più lungo.

Loading...

Scopriamo meglio questo fenomeno: cosa accade con il solstizio d inverno e quali sono le curiosità legate a questo particolare giorno dell’anno.

Solstizio d inverno: cosa significa

Per comprendere appieno cosa sia il solstizio d inverno bisogna chiarire il significato del termine solstizio: un fenomeno astronomico che si verifica due volte all’anno, nel mese di dicembre e in quello di giugno.

Il solstizio, in astronomia, indica il momento in cui il sole si trova nel punto di massima o minima declinazione rispetto alla Terra. In particolare, con il solstizio d’inverno il sole raggiunge la sua declinazione negativa massima il che significa che i raggi solari sono al massimo della loro angolazione. In occasione del solstizio d’inverno dunque lo ore di luce sono al loro minimo e infatti il 21 dicembre è la giornata più corta dell’anno.

Così come esiste quello d’inverno, esiste anche il solstizio d’estate in cui avviene esattamente il contrario. Il sole raggiunge la massima declinazione positiva e la giornata è più lunga.

Cosa accade dopo il solstizio d inverno

Come abbiamo visto, il solstizio d’inverno corrisponde alla giornata con meno ore di luce di tutto l’anno ma è anche vero che proprio da questo momento comincia la rinascita del sole. A partire dunque dal 21 dicembre, le giornate ricominciano ad allungarsi progressivamente fino al solstizio d’estate, quando avviene il contrario.

Il solstizio d’inverno ed il legamo con il Natale

Quello che molti non sanno è che questo evento astronomico presenta dei legami anche con la tradizione pagana del Natale. Fu Papa Giulio I a fissare la data del 25 dicembre e lo fece proprio per motivi legati al solstizio invernale. Come abbiamo appena visto infatti questo è il giorno che segna la rinascita del sole e sembra che l’intenzione del Papa fosse quella di sostituire le tradizioni antiche con le celebrazioni cristiane.

Il solstizio d’inverno 2020: un evento eccezionale

Nel 2020 il solstizio d’inverno è coinciso con un altro evento astronomico che possiamo considerare davvero eccezionale. Parliamo della grande congiunzione tra Giove e Saturno, che si sono trovati così vicini da apparire sovrapposti se osservati dalla Terra. Pensate che era dal 1623 che non si verificava una congiunzione astrale come questa e per la prossima l’umanità dovrà attendere fino al 15 marzo 2080.

Giove: il gigante gassoso del Sistema Solare

Si è dunque trattato di un evento astronomico eccezionale, che è venuto a coincidere proprio con il solstizio d’inverno e al quale non avremo più la fortuna di poter assistere. Un evento rarissimo, che ha attirato le attenzioni della comunità astronomica e non solo.

Loading...