Fitoplancton: ecco come l’oceano produce ossigeno

0
1209
Fitoplancton

Il fitoplancton, costituito da microorganismi che popolano mari ed oceani, svolge un ruolo cruciale non solo per la sopravvivenza delle specie acquatiche ma anche per quella dell’uomo. Siamo infatti abituati a pensare che siano le foreste i polmoni verdi della Terra e che senza di esse sarebbe impossibile la vita sul nostro Pianeta. Ciò in parte è vero, ma non dobbiamo dimenticare che le piante non sono le uniche in grado di produrre l’ossigeno che noi respiriamo. La metà di esso è infatti sintetizzato dal fitoplancton: quell’insieme di microrganismi microscopici che svolge un ruolo fondamentale per le creature marina ma anche per quelle terrestri.

Loading...

Purtroppo, l’acidificazione degli oceani ed i cambiamenti climatici stanno minacciando seriamente anche il fitoplancton, che si sta riducendo in modo significativo. Le conseguenze portebbero essere catastrofiche sul lungo periodo, specialmente se sommate a quelle derivanti dal disboscamento e dagli altri rischi ambientali degli ultimi anni.

Fitoplancton: cos’è e perchè è importante

Il fitoplancton è l’insieme degli organismi presenti nel plancton ed è composto in particolare da alghe microscopiche e da cianobatteri fotosintetici, in grado di controllare il ciclo del carbonio. Parliamo dunque di organismi unicellulari che svolgono una funzione importantissima perchè forniscono nutrimento alle specie acquatiche, sintetizzano ossigeno e riducono i livelli di anidride carbonica presente negli oceani.

Il fitoplancton è dunque importante perchè svolge le seguenti funzioni:

  • Fornisce nutrimento alle specie acquatiche, rappresentando una fonte di cibo fondamentale;
  • Mediante la fotosintesi clorofilliana, sprigiona ossigeno nell’atmosfera;
  • Riduce i livelli di CO2, che senza il fitoplancton abbasserebbe il pH degli oceani.

Il ruolo del fitoplancton nella produzione di ossigeno

Così come le piante presenti sulla Terra, il fitoplancton è in grado di fare la fotosintesi clorofilliana ed è per questo che svolge un ruolo importantissimo. Tutti gli organismi che compongono il fitoplantcon infatti possiedono nelle loro cellule molecole di clorofilla, in grado di trasformare la luce del sole in energia chimica.

Fotosintesi clorofilliana: come funziona e perchè è così importante

crorganismi del fitoplancton appartengono a diversi gruppi sistematici, ma sono tutti accomunati dal possedere nelle loro cellule molecole di clorofilla e di altri pigmenti accessori in grado di captare la luce solare e di trasformarla in energia chimica mediante il processo di fotosintesi clorofilliana. Così facendo, il fitoplancton preleva l’anidride carbonica e grazie ai raggi solari la trasforma in ossigeno, il quale viene liberato nell’atmosfera.

E’ importante ricordare che il 50% dell’ossigeno che respiriamo ogni giorno proviene proprio da questo processo e quindi dal fitoplancton, che si può considerare al pari delle foreste, i cosiddetti polmoni verdi del nostro Pianeta.

Il fitoplancton si sta riducendo: i rischi per il Pianeta

Purtroppo come abbiamo accennato questi microrganismi sono presenti in misura sempre più ridotta nei mari e negli oceani e ciò è dovuto ai cambiamenti climatici e al processo di acidificazione delle acque. Si tratta di un problema da non sottovalutare, in quanto senza il fitoplancton le scorte di ossigeno nell’atmosfera sarebbero insufficienti per consentire la vita terrestre, senza contare il fatto che intere specie acquatiche rischierebbero di scomparire.

Loading...