La fotosintesi clorofilliana: come funziona e perchè è così importante

0
174
La-fotosintesi-clorofilliana

La fotosintesi clorofilliana è il processo chimico che sta alla base della crescita e della vita delle piante verdi ed ha un’importanza fondamentale non solo per l’universo vegetale ma anche per la nostra stessa sopravvivenza. Come vedremo nel dettaglio tra poco infatti, è grazie alla fotosintesi clorifilliana che le piante producono ossigeno e se questo processo dovesse per qualche ragione arrestarsi la nostra stessa vita sarebbe in pericolo.

Loading...

Insieme all’impollinazione dunque, la fotosintesi clorofilliana è dunque importantissima perchè se con la prima riescono a riprodursi, con quest’ultima possono crescere e trarre il nutrimento necessario per sopravvivere.

Impollinazione: la scienza progetta di sostituirsi alle api

Vediamo nel dettaglio come funziona questo affascinante fenomeno naturale.

La fotosintesi clorofilliana spiegata in modo semplice

La fotosintesi clorifilliana, per dirla in parole semplici, è il processo mediante il quale le piante catturano la luce solare mediante la clorofilla e la trasformano in energia chimica. Questa serve per sintetizzare le molecole di glucosio e liberare ossigeno. Grazie a questo fenomeno dunque le piante verdi (la fotosintesi infatti avviene esclusivamente negli organismi dotati di clorofilla) riescono a crescere ed ottenere tutto il nutrimento necessario. Nel contempo, assorbono anidride carbonica dall’atmosfera e sprigionano ossigeno, utile a noi per respirare e per sopravvivere.

La fotosintesi clorofilliana: il processo chimico

In realta, la fotosintesi è un processo chimico molto più complesso ed elaborato rispetto a quanto abbiamo appena detto. Per comprendere nel dettaglio quello che avviene dunque dobbiamo fare riferimento alla formula chimica seguente:

6 CO2 + 6 H2O → C6H12O6 + 6 O2  

Per tradurre tale formula possiamo dire che 6 molecole di anidride carbonica più 6 molecole di acqua vengono trasformate mediante la fotosintesi in 1 molecola di glucosio e 6 molecole di ossigeno. Questo è il risultato dell’intero processo biochimico.

Le 2 fasi della fotosintesi

La fotosintesi si verifica in due fasi ben precise, che avvengono in momenti diversi: quella luminosa e quella oscura, chiamata anche ciclo di Calvin.

  • La fase luminosa può avvenire solo in presenza di luce. In questa fase una catena di trasporto degli elettroni si serve della luce per produrre energia sotto forma di ATP;
  • La fase oscura invece non necessita di luce e avviene infatti solitamente durante la notte. In questa fase si verifica la trasformazione del carbonio inorganico (che si trova nell’anidride carbonica) in carbonio organico ossia glucosio.

L’importanza della fotosintesi clorofilliana

La fotosintesi è importantissima, non solo per la sopravvivenza delle piante, non solo perchè ci garantisce riserve di ossigeno cui attingere ma anche perchè consente di ridurre seppur sensibilmente la quantità di anidride carbonica presente nell’atmosfera. Come ormai ben sappiamo, l’effetto serra, le piogge acide, l’inquinamento dell’aria sono fenomeni correlati, che hanno come conseguenza anche un aumento considerevole di CO2. Grazie alla fotosintesi, le piante riescono a prelevare l’anidride carbonica e riutilizzarla trasformandola in ossigeno.

E’ anche per tale ragione che non bisogna sottovalutare il problema della deforestazione: più il numero di piante viene ridotto e maggiori saranno i danni nei confronti dell’intero Pianeta. Questi sono fenomeni collegati e naturali che dovremmo cercare di preservare il più possibile.

Loading...