Deforestazione in aumento: ogni anno perdiamo 13 mln di ettari di foresta

0
290
Deforestazione

Il fenomeno della deforestazione non accenna a diminuire: al contrario registra dati in costante aumento, al punto tale da far scattare un’emergenza a livello globale. Secondo il Global Forest Watch infatti, nel 2020 le aree boschive distrutte sono aumentate del 12% rispetto all’anno precedente, nonostante la pandemia che si sperava avrebbe attenuato questi disastri ambientali. Eppure la deforestazione continua a rappresentare un grandissimo problema, di portata globale, interessando non solo la Foresta Amazzonica ma molte altre aree del Pianeta.

Loading...

Si tratta di un problema che necessita di essere considerato come prioritario, perchè le ripercussioni a livello climatico sono enormi. E’ fondamentale che il disboscamento rallenti, perchè secondo le stime del WWF di questo passo entro il 2050 scompariranno più di 230 milioni di ettari di foreste.

Deforestazione: perchè continua ad aumentare

Perchè il fenomeno della deforestazione è in continuo aumento? Quali sono le cause del disboscamento? Purtroppo ancora una volta il dito va puntato verso l’uomo, che continua a portare avanti pratiche dannose nei confronti dell’ambiente. L’abbattimento di intere foreste è spesso causato dalla necessità di ricavare nuovi terreni coltivabili o da destinare al pascolo ma non è solo questo ad incentivare il disboscamento.

Gli alberi infatti costituiscono ancora oggi una fonte di legno importantissima per le attività umane. Dalla carta all’olio di palma, moltissime forteste vengono eliminate per ottenere materie prime utilizzate dall’uomo in grandissime quantità. Il problema è che non c’è ancora una sensibilità diffusa in merito agli enormi danni provocati dalla deforestazione, che porta acon sè conseguenze davvero preoccupanti.

Le conseguenze della deforestazione

La deforestazione comporta una serie di problematiche che vanno a costituire un vero e proprio circolo vizioso. La scomparsa di aree boschive infatti determina inevitabilmente un peggioramento dei cambiamenti climatici e dell’effetto serra, in quanto le foreste sono i polmoni del nostro pianeta. Diminuendo le aree occupate da alberi, cala anche in modo significativo la compensazione dei livelli di ossigeno e di anidride carbonica nell’atmosfera e sappiamo ormai molto bene quanto questo rappresenti un problema sempre più urgente al giorno d’oggi.

Effetto serra: spiegazione del fenomeno, cause e conseguenze

Parliamo di circolo vizioso perchè le foreste sono le prime ad essere danneggiate dai cambiamenti climatici. I numerosi incendi, sempre più frequenti, registrati negli ultimi anni sono una diretta conseguenza del surriscaldamento globale. Se dunque da un lato è l’uomo è danneggiare i polmoni verdi del Pianeta, questi risentono anche delle problematiche innescate, sempre dall’uomo, a livello climatico.

Le aree più a rischio nel mondo

La deforestazione sta assumendo una portata che possiamo definire globale, poichè non è solo la Foresta Amazzonica ad essere fortemente a rischio. Ormai l’emergenza riguarda gran parte del globo: dall’Africa all’Asia e naturalmente a gran parte dell’America del Sud il fenomeno continua ad ingigantirsi ed occorre intraprendere dei provvedimenti urgenti per cercare di arginarlo. Il momento per frenare l’emergenza è questo: non c’è più tempo da perdere e dobbiamo esserne tutti consapevoli perchè ognuno nel proprio piccolo può fare qualcosa. Dal mettere in atto pratiche per ridurre gli sprechi di carta all’evitare di acquistare prodotti derivati dal disboscamento intensivo.

Loading...