Come si formano le nuvole? La spiegazione scientifica in parole semplici

0
230
Come-si-formano-le-nuvole

Come si formano le nuvole? Siamo tutti abituati a vederle comparire in cielo, con forme e caratteristiche differenti ma non tutti sanno quale sia la loro origine. Si tratta di una vera e propria curiosità, perchè spesso e volentieri sono proprio le cose che abbiamo sempre sotto gli occhi ad essere date per scontate. Per capire come si formano le nuvole dobbiamo fare riferimento a dei fenomeni che la scienza è riuscita a spiegare molto bene e che oggi cercheremo di semplificare al massimo.

Loading...

Cosa sono le nuvole

Prima di tutto, conviene fare un passo indietro e capire di cosa stiamo parlando. Le nuvole sono definite scientificamente idrometeore, ossia fenomeni atmosferici legati alla condensazione dell’umidità. La nuvola è infatti composta da tante piccole particelle di vapore acqueo condensato, che rimangono sospese nell’atmosfera per via delle correnti ascensionali.

Le nuvole dunque non sono altro che gocce d’acqua condensate, che rimangono sospese nel cielo e che possono assumere aspetti differenti a seconda di vari fattori. Il loro colore ad esempio può variare in base alla luce che le colpisce: il fenomeno alla base di ciò è lo stesso che abbiamo visto quando abbiamo spiegato gli arcobaleni.

L’arcobaleno: cos’è e come si forma nel cielo

Come sappiamo molto bene tutti, all’interno delle nuvole hanno origine le precipitazioni atmosferiche: pioggia, neve, grandine.

Come si formano le nuvole

La nuvole si formano all’interno del cosiddetto ciclo dell’acqua e sono la diretta conseguenza della condensazione del vapore acqueo che evapora dal suolo e si raffredda quando raggiunge gli strati più freddi dell’atmosfera. Nel dettaglio, la formazione delle nuvole segue i seguenti passi:

  • L’acqua presente sulla Terra (mari, oceani, laghi, fiumi, ecc.) evapora perchè riscaldata dai raggi solari e si trasforma in vapore acqueo;
  • Il vapore acqueo sale in alto nell’atmosfera, perchè meno denso dell’aria e dunque più leggero;
  • Il vapore acqueo si raffredda quando raggiunge gli strati superiori dell’atmosfera e si condensa intorno alle piccole impurità (polvere, aerosol, cristalli di sale marino): ecco come si formano le nuvole!

Come si formano le piogge nelle nuvole

Adesso che abbiamo capito come si formano le nuvole, vediamo in che modo all’interno di esse viene generata la pioggia che poi cade dal cielo e finisce al suolo, completando il ciclo dell’acqua. Innanzitutto è bene sapere che all’interno delle nubi c’è un equilibrio detto instabile, dovuto dalle correnti d’aria presenti che mantengono in sospensione le goccioline. Queste non sono mai immobili, ma continuano a salire e scendere all’interno della nube e ad ingrandirsi di volta in volta. Quando le gocce d’acqua raggiungono le dimensioni di 200 micron, diventano troppo pesanti per riuscire a rimanere in sospensione e le correnti presenti all’interno delle nubi non riescono a trattenerle. Ecco che allora scendono e cadono al suolo, sotto forma di pioggia.

Perchè le nuvole sono diverse?

In cielo vediamo spesso nubi dall’aspetto diverso: da quelle fitte a quelle stratificate. Perchè? questo dipende da dove si trovano e dalla temperatura nell’atmosfera: all’interno delle nubi infatti possiamo trovare goccioline ma anche minuscoli frammenti di ghiaccio, che le fanno apparire più bianche e dense.

Loading...