Scarpe antinfortunistiche: come scegliere le migliori

0
1521

Indossare un abbigliamento adeguato sul luogo di lavoro è molto importante, in particolare quando si ha l’esigenza di proteggere il corpo da eventuali traumi o lesioni.

Loading...

La gran parte degli infortuni riguardano piedi e gambe, le scarpe antinfortunistiche come ovvio sono per questo tra i dispositivi di protezione personale più conosciuti ed utilizzati, ma non sempre si sa quali scegliere. Non tutte le scarpe antinfortunistiche infatti sono uguali, cambiano in base al tipo di lavoro e di conseguenza al tipo di rischio che potenzialmente si corre svolgendolo.

È sempre fondamentale scegliere scarpe antinfortunistiche professionali, realizzate con materiali di elevata qualità e rispettose degli standard previsti dalle norme europee in materia di sicurezza.

Le scarpe antinfortunistiche possono essere basse o alte, le seconde naturalmente proteggeranno anche la caviglia. Un elemento di notevole importanza è poi il puntale, un rinforzo posizionato in corrispondenza della punta della scarpa e che ha lo scopo di proteggere le dita da possibili schiacciamenti o altri traumi.

Un altro elemento spesso presente nelle scarpe da lavoro e molto importante è la lamina anti-perforazione, inserita all’interno della calzatura allo scopo di preservare il piede da chiodi o altri elementi che potrebbero trapassare la scarpa, causando lesioni anche gravi.

Loading...

Molto importante quando si sceglie una scarpa antinfortunistica è poi la scelta della giusta suola, in base alle proprie specifiche esigenze.

Esistono modelli antiscivolo, antiabrasione, antistatici o antiacido. Il materiale più utilizzato per le suole è generalmente il poliuretano compatto, ma per scarpe specifiche per saldatori o asfaltatori si usa in genere un particolare tipo di gomma che resiste a temperature elevate.

La scarpa da lavoro, oltre a proteggere il piede, deve essere comoda, pertanto bisognerà indossare scarpe adatte al proprio piede, tenendo conto che ne esistono a pianta larga e stretta, per uomo e per donna.

La scarpa deve essere resistente, ma anche flessibile e possibilmente traspirante, la salute passa non solo dal prevenire ed eventualmente minimizzare l’impatto di incidenti, grandi o piccoli che siano, ma anche dal confort che diventa fondamentale nel quotidiano svolgimento di un’attività lavorativa.

Una scarpa troppo rigida può alla lunga causare danni al piede, anche senza che sia avvenuto nessun incidente. Una calzatura inadatta può quindi danneggiare la parte del corpo che dovrebbe invece proteggere, anche per questo sceglierla con la massima cura è più che mai fondamentale.

Non abbiamo parlato del prezzo, pur essendo una variabile di certo non trascurabile, perché quando si parla di sicurezza e salute ci pare questa debba passare comunque in secondo piano.

Loading...