Il ruolo del medico del lavoro per il benessere dei lavoratori

0
260

Il medico del lavoro è uno specialista che si occupa principalmente della tutela della salute negli ambienti professionali. La sua attività consiste nell’individuare ogni possibile elemento che potrebbe mettere a rischio l’incolumità dei lavoratori, a causa di incidenti e infortuni o di patologie specifiche correlate alla professione.

Loading...

Le attività di monitoraggio e screening consistono sia in visite mediche specifiche, sia nel controllo dell’ambiente di lavoro e nell’apporto di migliorie tali da renderlo più confortevole e sicuro.

Sostanzialmente, la Medicina del Lavoro è finalizzata a proteggere i lavoratori e a mantenere il luogo in cui si trovano entro precisi limiti di sicurezza e di salubrità. Si tratta di un settore molto ampio, che include diverse attività, dalle visite mediche periodiche all’implementazione dei sistemi di prevenzione e sicurezza.

Il dottorschiavo.it è un medico competente del lavoro, il cui ruolo è quello di tutelare sia la salute dei lavoratori di un’azienda, sia il benessere dell’azienda stessa, al fine di ottenere risultati positivi a livello individuale ed economico.

Oggi la prevenzione è uno degli elementi determinanti in qualsiasi ambiente professionale, per offrire ai lavoratori un maggiore livello di comfort e sicurezza e per evitare problemi che potrebbero ripercuotersi anche sul contesto economico.

Prevenire per evitare il rischio di infortuni e malattie

Gli infortuni sul lavoro hanno conseguenze considerevoli, non solo sulla singola persona che subisce il danno, ma anche nei confronti del datore di lavoro, il quale è comunque responsabile di tutto quanto avviene nella propria azienda. Il verificarsi di un infortunio, specialmente se dovuto alla mancata osservanza delle regole di prevenzione, può facilmente comportare ad un’azienda danni considerevoli.

Professionalità e competenza al servizio delle aziende

Un medico competente in materia di Medicina del Lavoro deve possedere una preparazione tale che gli permetta di seguire tutto ciò che riguarda la salute dei lavoratori e la sicurezza di un ambiente professionale.

La sorveglianza sanitaria, che consiste in una serie di attività finalizzate ad individuare, prevenire e ridurre i rischi in un ambiente di lavoro, viene attivata ovunque possano verificarsi problemi, in riferimento alle malattie professionali e agli infortuni.

Il medico competente che si occupa di sorveglianza sanitaria provvede a sottoporre i lavoratori a controlli periodici, per individuare i segni di una probabile patologia professionale e per confermarne l’idoneità nello svolgimento di determinate  mansioni.

Gli screening consistono solitamente nelle analisi del sangue e delle urine, per escludere la presenza nell’organismo di sostanze tossiche, nell’elettrocardiogramma e nella prova spirometrica. In base al contesto e alle specifiche mansioni del lavoratore potrebbero essere necessari ulteriori controlli clinici.

Dagli esiti delle visite e dal controllo dell’ambiente di lavoro è possibile tracciare un piano preciso di prevenzione e di tutela, impegnandosi per migliorare le condizioni di sicurezza e verificando l’efficacia delle misure di prevenzione già in atto. La figura del medico competente del lavoro è quindi di fondamentale importanza e deve operare in sinergia con gli altri responsabili della sicurezza.

Una corretta applicazione delle regole di prevenzione e di protezione nei confronti di infortuni e patologie professionali è importare anche per definire l’affidabilità e la serietà di un’azienda.

Loading...