Soluzioni per migliorare la qualità del sonno: perché la natura può aiutarci?

0
347

La mancanza di sonno non è solamente una condizione periodica causata da stress, tensioni o problemi di digestione. Quando questa si ripercuote nel tempo può causare problematiche anche piuttosto gravi che minano la nostra salute e indeboliscono tutto l’organismo.

Loading...

A tale proposito la scienza sembra aver trovato un’interessante correlazione tra un neurotrasmettitore del nostro cervello e la qualità del sonno: il GABA o acido gamma-aminobutirrico. Esso svolge una funzione di “messaggero” perché veicola informazioni tra le sinapsi del cervello livellando l’attività di specifici neuroni. Prendendo spunto da questo studio circa la relazione tra Batteri GABA e sonno vedremo in che modo migliorare la qualità del nostro riposo e quali accorgimenti provare per tornare a stare meglio.

Dove troviamo il GABA?

Il GABA si trova nel nostro organismo. Nello specifico batteri e funghi presenti nell’intestino sono in grado di produrre naturalmente il GABA come ad esempio i lattococchi, il lactobacillus brevi e tutta una serie di ceppi batterici che vivono all’interno del nostro microbiota intestinale.

Quindi per favorirne la produzione e stimolare una migliore risposta dell’organismo rispetto al sonno e al riposo bisognerebbe rivedere il modo in cui ci alimentiamo. La ragione deriva dalla condizione nota come disbiosi intestinale per la quale si verificano alterazioni della flora batterica dell’intestino che provoca disturbi su tutto l’organismo.

Terapie antibiotiche così come infiammazioni e disturbi intestinali causano la diminuzione dei ceppi batterici “buoni” con conseguenze sul benessere fisico e mentale. Difatti una disbiosi intestinale è responsabile anche di fatica, mancanza di concentrazione, nervosismo, mancanza di sonno e depressione.

I benefici del GABA

Il GABA gode di un grande interesse da parte della comunità scientifica dal momento che è in grado di offrire un effetto calmante. Peraltro sarebbe responsabile dell’incremento di massa magra e della stimolazione alla riduzione della massa grassa, soprattutto nell’ambito di un allenamento motorio continuativo. Quindi il GABA ci calma, ci rende più produttivi e ci aiuta a perdere grasso aumentando la massa muscolare.

Se siamo stanchi e stressati tendiamo ad alimentarci in modo meno attento e questo da vita ad un circolo vizioso che coinvolge tutto il benessere dell’organismo, dal sistema immunitario al peggioramento della qualità del sonno. Quando produciamo ottime quantità di GABA, quindi, siamo meno a rischio di insonnia, depressione, aumento del peso e così via.

Sonno e attività fisica

Il GABA agisce migliorando la qualità del sonno ma in combinazione con una vita caratterizzata da attività fisica e alimentazione sana. Peraltro inserire il movimento in una routine particolarmente sedentaria sarebbe in grado di favorire notevolmente il sonno. Si tratta di un circolo vizioso proprio perché miglior cibo e miglior movimento fanno aumentare i livelli di GABA. Di conseguenza il corpo dispone di un alleato in più per regolarizzare il metabolismo e le funzionalità fisiologiche tra cui anche il sonno.

Per favorire questo ciclo positivo è importante anche agire sulle nostre abitudini e, quindi, sarebbe utile sospendere l’assunzione di sostanze eccitanti come caffè e altre bevande gassate. Sarebbe utile ridurre gli zuccheri ed i cibi troppo elaborati così come introdurre una routine rilassante e benefica prima di andare a dormire. Infine gli esperti raccomandano di spegnere i dispositivi elettronici, arieggiare bene la stanza e provare a trovare il relax con beauty routine, docce calde e attività rilassanti prima di andare a dormire.

Loading...