Anticorpi monoclonali approvati in Italia: una cura contro il Covid?

0
147
Anticorpi-monoclonali

E’ ufficiale: l’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha dato il via libera all’utilizzo in Italia degli anticorpi monoclonali nei pazienti affetti da Covid che presentano un alto rischio di andare incontro a complicazioni gravi. Si tratta di una novità importante, in quanto tali farmaci sintetizzati in laboratorio si sono dimostrati efficaci come terapia, specialmente se somministrati nelle fasi iniziali della malattia. Offrono però anche uno scudo contro il virus, sebbene non si possano paragonare ai vaccini, ad oggi molto più efficaci specialmente sul lungo periodo.

Loading...

Coronavirus: vaccino Moderna approvato dall’EMA arriva in Italia

Facciamo chiarezza a tal proposito, scoprendo insieme di cosa si tratta e qual è la situazione attuale in Italia.

Anticorpi monoclonali: cosa sono

Gli anticorpi monoclonali sono anticorpi sintetici, prodotti dunque in laboratorio, in grado di fornire un validissimo aiuto alle difese immunitarie del paziente. Sono infatti molecole complesse, che vengono sintetizzate a partire dagli anticorpi sviluppati dai pazienti che hanno già superato il virus. L’organismo riconosce queste molecole come proprie alleate dunque non vi è il rischio di reazioni avverse, se non contro il virus che viene invece riconosciuto come un elemento da contrastare.

Come agiscono gli anticorpi monoclonali

L’azione degli anticorpi monoclonali è piuttosto complessa, ma possiamo sintetizzarla in questo modo. Tali molecole si legano all’ormai famosa proteina Spike, ossia a quella proteina che viene sfruttata dal Coronavirus per attaccare le cellule sane. I monoclonali non fanno altro che bloccare l’ingresso della Spike nelle cellule ed impedirne quindi la replicazione. In sostanza dunque, gli anticorpi monoclonali si comportano come il vaccino, impedendo al paziente di essere contagiato ma anche a chi risulta già infetto di andare incontro ad una progressione della malattia. Va tuttavia precisato che l’effetto di questi anticorpi ha una durata limitata a qualche mese e non si possono dunque paragonare al vaccino vero e proprio.

Gli anticorpi monoclonali approvati dall’Aifa

Gli anticorpi monoclonali approvati dall’Aifa sono al momento due, prodotti dalle aziende farmaceutiche Regeneron ed Eli Lilly. Questi ultimi sembrano essersi dimostrati in grado di ridurre la mortalità del 70%: un dato sicuramente non trascurabile, che potrebbe rappresentare un punto di svolta anche nel nostro Paese. Tra alcuni mesi dovrebbero essere disponibili anche gli anticorpi monoclonali prodotti da Life Sciences: casa farmaceutica toscana.

I limiti degli anticorpi monoclonali

Uno dei maggiori limiti di questi farmaci sta nella loro efficacia nei confronti delle varianti del Covid, quella brasiliana e quella inglese che come sappiamo sono purtroppo state registrate anche nel nostro Paese. Così come avviene per i vaccini dunque, gli anticorpi monoclonali potrebbero non essere in grado di contrastare il virus se questo presenta una forma differente rispetto a quella ormai nota. Potrebbe quindi essere necessario sviluppare altre tipologie di monoclonali, ma il tempo scorre e c’è bisogno di trovare una soluzione nel breve periodo. Quello che la stessa comunità medico-scientifica si augura adesso è che i monoclonali si rivelino efficaci anche contro le varianti del virus, ma è ancora tutto da vedere e per i risultati dovremo attendere. Nel frattempo però una buona notizia: questi farmaci si possono utilizzare anche in Italia.

Loading...