Ex ingengere della RAF: i servizi segreti commissionano falsi cerchi nel grano per ridicolizzare il fenomeno
Da alcuni decenni, i cerchi nel grano, appassionano, affascinano, dividono e incuriosiscono. Le domande più semplici non hanno ancora trovato una risposta: chi realizza questi disegni, e perché?
Cat: Misteri | Tags:

Da alcuni decenni, nel sud dell’Inghilterra si manifesta un incredibile fenomeno, affascinante e sconcertante allo stesso tempo: i cerchi nel grano (crop circles in inglese).

Sebbene la maggior parte di essi compaia nell’Inghilterra meridionale, con più di 100 cerchi registrati ogni anno, la verità è che le misteriose formazioni sono riportate in varie parti del mondo, tra cui Australia, Sud Africa, Cina, Russia e molti altri paesi, molto spesso in prossimità di siti archeologici ritenuti sacri dalle antiche popolazioni.

Sin dalla loro comparsa, i cerchi nel grano hanno entusiasmo i ricercatori Ufo, irritato gli agricoltori che vedevano ampie aree del loro raccolto distrutte e fatto sorridere gli scettici liquidandoli come bufale.

Sono state avanzate le teorie più varie per spiegare questo enigmatico fenomeno, dall’intervento alieno a misteriosi vortici naturale di vento, da una sconosciuta energia emergente dal centro della Terra, ai test militari.

Il mistero sembrava risolto quando nel 1991 tre anziani signori, Doug Bower, Dave Chorley e John Lundberg, si fecero avanti rivelando di essere gli autori dei Crop Circles, realizzandoli con corde, assi di legno e un sacco di tempo libero.

Eppure, nonostante la rivelazione dei tre arzilli vecchietti, non tutto sembra essere spiegabile così facilmente. Alcune formazioni sono talmente complesse da spingere alcuni ricercatori a chiedersi se davvero possano essere liquidate come bufale. Dal punto di vista matematico, i crop circles sembrano essere realizzati su principi non lineari estremamente complessi.

La formazione comparsa in una notte piovosa del 13 agosto 2001 a Milk Hill, nel Wiltshire, conteneva 409 cerchi ed aveva un diametro lungo più di 240 metri.

Milk Hill 2001

È stato calcolato che i cropmaker avrebbero dovuto lavorare sotto la pioggia per più di 12 ore, illuminati solo dalle torce elettriche e senza essere visti da nessuno. Come spiegare questi giganteschi cerchi comparsi in una sola notte modellati con una precisione maniacale?

Nel 2007, però, è accaduto qualcosa di incredibile, un evento che ha stravolto tutti gli approcci scientifici al fenomeno, rilanciando con forza la teoria che non si tratti di un’opera umana, ma che sia una forma di comunicazione da parte di intelligenze extraterrestri.

La notte tra il 6 e il 7 luglio 2007, il ricercatore Winston Keech sistema una serie di telecamere sulla collinetta sovrastante la zona di East Field, una zona dell’Inghilterra particolarmente interessata dal fenomeno dei cerchi nel grano. A Keech si unisce un altro ricercatore, Gary King, avvocato da sempre appassionato di questo fenomeno.

Le quattro telecamere utilizzate erano delle Samsung a la luce infrarossa montate su barre a T davanti al suo pick-up. Intorno alle 00:30 le camere ad infrarossi hanno catturato dei flash di luce seguiti da due figure scure in movimento sul campo. Nessuna ombra o segno sul campo però sembrava indicare che questi fenomeni avessero creato qualche cerchio nel grano sul campo.

Ma 45 minuti dopo, alle 01:45 la prima traccia ha iniziato ad apparire sul campo, filmata agli infrarossi. Solo alle 04:45 del mattino i due si rendono conte che sul campo è apparsa una complessa formazione esattamente nel luogo dove Keech ha filmato quei flash, seguiti da piccole forme scure in movimento.

«Per quello che so, questa è la prima volta che accade qualcosa di simile, cioè di un filmato che dura tutta la notte, eliminando qualsiasi dubbio che ci fosse qualcuno con attrezzature o apparati di illuminazione di qualsiasi genere. Credo sia il filmato migliore e più completo attualmente disponibile su come si forma un cerchio nel grano», racconta Gary King.

East Field 2007

 

Bufale su commissione?

È possibile che i governi stiano tentando di insabbiare la verità sul significato dei Crop Circles?

Un ex ingegnere della Royal Air Force (RAF) è convinto che sia così. David Clayton, che studia da anni il fenomeno dei cerchi nel grano e delle mutilazioni animali, ha clamorosamente affermato che i Servizi Segreti del Regno Unito (MI5: Military Intelligence, Sezione 5) abbiano commissionato falsi cerchi nel grano per screditare il fenomeno.

Clayton, nel corso della conferenza annuale organizzata da UFO Magazine, ritiene che ai crop circles genuini siano stati affiancati delle clamorose bufale come parte di un sinistro complotto destinato a confondere l’opinione pubblica.

Come riporta il Daily Express, i cerchi nel grano hanno fatto la loro comparsa fin dal 1980, balzando agli occhi dell’opinione pubblica solo dopo molti anni. Perchè questi “burloni” non ne hanno fatto menzione prima del 1991?

Inoltre, nei cerchi reali, gli steli subiscono una sorta di microesplosione alla base che ne determina l’appiattimento al suolo, in una vera e propria trama intrecciata. Alcuni cerchi presentano una sorta di microradiazione di fondo che sembra escluderne la fattura umana.

Gary Hestletine, ufologo e organizzatore dell’evento, ha detto che esiste una delibera politica da parte delle autorità per minimizzare e ridicolizzare qualsiasi attività inspiegabile.

Hestletine ha bacchettato anche i mass media, i quali non hanno indagato adeguatamente il fenomeno, assecondando acriticamente le posizioni governative. «La stampa non sta facendo il suo lavoro», commenta l’ufologo. «Se lo facesse, scoprirebbe la prova schiacciante che ET è qui e lo è da molti anni».

CONDIVIDI: