La Nasa smentisce le voci su un possibile impatto con un asteroide a fine settembre
Voci incontrollate su un possibile impatto meteoritico tra il 15 e il 28 settembre costringono la Nasa ad una smentita ufficiale.
Cat: Spazio | Tags:

Si sa, su internet non mancano mai le voci di un possibile disastro di dimensioni cosmiche tale da mettere fine alla vita umana sulla Terra.

Tuttavia, la Nasa raramente interviene ufficialmente per smentire voci incontrollate su possibili minacce cosmiche.

In risposta ad una voce che pian piano è diventata virale su tutto il web, l’agenzia spaziale statunitense ha ufficialmente smentito che un asteroide possa colpire il nostro pianeta nel mese di settembre, sottolineando che si tratta di voci senza “alcuna base scientifica”.

Secondo i teorici dell’impatto, l’asteroide dovrebbe colpire la Terra tra il 15 e il 28 settembre, precipitando nei pressi di Puerto Rico, causando diffuse distruzionei lungo tutte le coste atlantiche degli Stati Uniti, Messico e gran parte del Centro e Sud America.

In questo caso, forse per la massima diffusione raggiunta dalla notizia, la Nasa è intervenuta respingendo tale possibilità.

Come comunicato sul sito, secondo il programma Near-Earth Object, finalizzato all’esplorazione dei cieli a caccia di potenziali minacce per la Terra, non ci sono asteroidi o comete che possono mettere in pericolo la terra nell’immediato futuro.

In realtà, secondo i calcoli, c’è una probabilità dello 0,01 per cento che uno degli asteroidi potenzialmente pericoli possa colpire la Terra nei prossimi 100 anni.

Ovviamente, questo non significa che non ci possa essere un asteroide o una cometa invisibile agli strumenti in rotta di collisione con la Terra, ma gli scienziati della Nasa affermano che per causare danni significativi dovrebbe essere abbastanza grande da poterlo osservare già adesso.

CONDIVIDI: