Esplosioni su Marte? I teorici della cospirazione scovano un “fungo atomico” sul pianeta rosso
Una curiosa immagine scattata dalla sonda indiana Mars Orbiter mostra quella che sembra essere una nuvola di fumo nella Valles Marineris, Marte. Secondo i teorici della cospirazione, è la prova di un'esplosione avvenuta sulla superficie di Marte, forse di origine naturale. Ma allora perché la Nasa ha interrotto le immagini live che mostrerebbero l'esplosione? DI cosa si tratta? Un'esplosione causata da “qualcuno”, oppure un curioso effetto ottico?
Cat: Misteri | Tags:

Il Pianeta Rosso regala un altro enigma agli appassionati di misteri e cospirazioni.

Questa volta non abbiamo a che fare con statue, reperti o animali vaganti sulla superficie di Marte, ma con una foto che sembra immortalare una nuvola di fumo conseguente ad un’esplosione, molto simile ai “funghi atomici” che la storia ci ha tristemente insegnato a riconoscere.

Indubbiamente si tratta di una immagine molto suggestiva. Tuttavia, come sempre avviene in questi casi, le fazioni in gioco sono tre: coloro che pensano che la colonna di fumo sia stata prodotta dall’esplosione di un giacimento naturale di metano; poi ci sono quelli che si dicono convinti che qualcuno abbia fatto esplodere un ordigno atomico su Marte; infine, c’è il gruppo di coloro che derubricano l’immagine a semplice illusione ottica. Chi ha ragione?

L’immagine è stata scattata dalla sonda orbitante lanciata dalla Indian Space Research Organisation nel 2013. Obiettivo principale della missione è quello di mostrare le potenzialità dei sistemi di lancio indiani e le abilità nella costruzione e controllo di una sonda spaziale interplanetaria. L’obiettivo secondario, invece, è lo studio di Marte, delle sue caratteristiche superficiali, morfologiche, mineralogiche ed atmosferiche.

La foto satellitare mostra una sezione ingrandita della Valles Mirineris, un canyon lungo circa 4 mila chilometri. Effettivamente, il nostro occhio riconosce quello che sembra il tipico fungo di fumo generato dalle esplosioni atomiche.

valle-marineris

A scoprire la curiosa immagine è stato l’utente francese di Youtube UFOvni Disclosure, il quale ha creato un video nel quale sostiene che l’esplosione potrebbe essere stata causata o da un ordigno nucleare o da un giacimento di metano.

La foto è stata scattata lo scorso anno, durante il passaggio ravvicinato a Marte della cometa Siding Spring. Potrebbe un frammento della cometa essere precipitato sulla superficie di Marte causando un’esplosione da impatto?

Ciò che secondo UFOvni Disclosure rende la faccenda oscura è il fatto che durante il passaggio ravvicinato della cometa la Nasa abbia interrotto lo streaming live. Dunque, un evento censurato per nascondere qualche attività segreta sul pianeta rosso?

«Sarebbe divertente se questa immagine fosse la prova di armi nucleari in uso su Marte, ma non è questo il caso», spiega all’Express Jonti Horner, astronomo presso la University of Southern Queensland, in Australia. A suo avviso, la “nuvola” è un’illusione ottica causata dall’angolo del cratere con il canyon.

Ma questa spiegazione non sembra sufficiente a spiegare un altro fatto: il videomaker ha confrontato l’immagine del “fungo” con una precedente scattata nella stessa zona. Secondo UFOvni Disclosure, la comparazione delle due immagini mostra chiaramente che nelle immagini precedenti il fungo non c’era, dunque non può trattarsi di un’illusione ottica.

comparazione

Leggi anche:

Ciò che ha distrutto Atlantide ha distrutto anche Marte?

Ecco le prove dell’olocausto nucleare avvenuto su Marte

Per non dimenticare: “Il Volto di Cydonia”

Ma se fosse davvero un fungo atomico, come spiegare allora questa inquietante verità? Alcuni teorici della cospirazione pensano che Marte sia diventato il banco di prova per testare armi nucleare interplanetarie, al fine di difendersi da qualche minaccia esterna.

Altri cospiratori sono persuasi che gli Stati Uniti siano impegnati in un qualche progetto top-secret che prevede l’uso di atomiche. Chiaramente, come la natura del fungo… è tutto molto fumoso!

CONDIVIDI: