Airbus presenta un progetto futuristico basato sulla tecnologia antigravità?
È stato ribattezzato “Plane Bagel” (aereo ciambella) ed è il nuovo brevetto depositato dalla Airbus, molto più simile ad un aggeggio di Star Trek che ad un jet convenzionale. La caratteristica forma ad anello permetterà ai passeggeri di sedersi in circolo e, presumibilmente, ridurre al minimo lo stress strutturale del velivolo. Secondo qualcuno, la caratteristica forma dell'aeromobile servirebbe ad ospitare una qualche tecnologia antigravitazionale ormai disponibile.
Cat: Tecnologia | Tags:

La Airbus, il colosso europeo costruttore di aeromobili, ha depositato un curioso brevetto per lo sviluppo di un velivolo che somiglia a qualcosa uscito da un film di fantascienza.

RT.com ha ribattezzato il progetto dell’Airbus come “plane bagel”, (aereo ciambella) dato che i passeggeri potranno sedersi all’interno della fusoliera a forma di toroide.

Il primo a pubblicare i dettagli del nuovo brevetto è stato il Financial Times in un articolo del 16 novembre 2014, svelando che la particolare forma dell’aeromobile dovrebbe risolvere molti dei problemi strutturali solitamente riscontrati negli aeroplani di forma cilindrica.

La domanda che molti si sono posti è: il nuovo Airbus utilizzerà un sistema di propulsione tradizionale, alimentato con il normale carburante per i voli civili? Come suggerisce exopolitics.com, il design del progetto avrebbe più senso se fosse equipaggiato con un innovativo sistema basato sull’antigravità!

L’invenzione propone un’aeromobile la cui struttura è formata da una cabina passeggeri di forma toroidale. Secondo i progettisti, la struttura è in grado di resistere meglio ai carichi indotti dalla pressurizzazione della cabina, consentendo di ridurre, o addirittura di evitare, la necessità di un fondo sigillato.

figure-1

figure-2

Tuttavia, diversi esperti di aviazione sono scettici sul fatto che il nuovo progetto sia fattibile. “Non ho mai visto nessuno suggerire un sistema di volo più pesante dell’aria”, ha detto Loren Thompson del Lexington Institute al Financial Times, facendo riferimento agli attuali sistemi di propulsione a combustibile utilizzati dall’industria aeronautica.

Forse il nuovo Airbus monterà un sistema di propulsione alternativo in fase di sviluppo? L’unico sistema in grado di far volare il Plane Bagel dovrebbe essere basato sull’antigravità, cioè su un sistema in grado di vincere le onde gravitazionali prodotte dalla Terra e consentire al velivolo di lasciare il suolo terrestre con un minimo dispendio di energia.

Tecnologie antigravitazionali classificate sono state segretamente sviluppate in ambito militare, mantenendo il segreto per oltre sei decenni. Recentemente, sono stati declassificati una serie di progetti dai quali si è appreso lo sviluppo di queste tecnologie durante la guerra fredda.

Nel 1992, per esempio, il Bomber B-2 utilizzava cariche elettrostatiche sulle ali principali e di scarico. Secondo gli esperti di tecnologia aerospaziale, questa sarebbe òa conferma che il B-2 utilizzasse principi elettrogravitici basato sull’effetto Biefeld-Brown.

L’Effetto Biefeld–Brown è un effetto elettrico scoperto da Paul Alfred Biefeld e da Thomas Townsend Brown, che produce un vento ionico che a sua volta trasferisce il suo impulso alle circostanti particelle neutre. L’effetto, sebbene scoperto a partire dagli anni ’20, rimase a lungo sconosciuto perché tenuto segreto dal governo statunitense che a lungo studiò questo effetto per le possibili applicazioni militari.

L’effetto ha il pregio di ridurre significativamente il peso degli oggetti, attribuendo ai velivoli classificati come B-2 alcune caratteristiche che sembrano sfidare le leggi della fisica tradizionale.

Nel 2002, un progetto interno della Boeing denominato “Gravity Research for Advanced Space Propulsion” (GRASP) è stato reso noto al settore aerospaziale. “Se la manipolazione della gravità è possibile, allora si rivoluzionerà l’intero settore aerospaziale”, dicevano alla Boeing.

Dunque, con il brevetto del “Plane Bagel” l’Airbus si è voluta assicurare l’esclusiva per la fusoliera di un aereo adatto alla tecnologia antigravitazionale ormai pronta? Forse i tecnici dell’Airbus sanno qualcosa che noi non sappiamo e si stanno preparando a riempire il futuro dei cieli terrestri di “ciambelle volanti”!

CONDIVIDI: