Un nuovo misterioso cratere negli Stati Uniti e un gigantesco sinkhole in Inghilterra
Dopo quello comparso in Siberia poche settimane fa, un nuovo misterioso cratere è comparso improvvisamente nel sud dello stato dello Utah, Stati Uniti. Numerose le teorie proposte, dall'eruzione vulcanica fino all'intervento alieno, ma i geologi pensano che potrebbe esserci una teorie più semplice. In Inghilterra, invece, compare un gigantesco sinkhole apparentemente senza fondo. Cosa sta succedendo?

Negli ultimi tempi, strani fori continuano a comparire sulla superficie del pianeta Terra.

I medie americani riportano la comparsa di un misterioso cratere comparso improvvisamente in uno specchio d’acqua nel sud dello stato dello Utah, lasciando sconcertati gli esperti.

Anche il Regno Unito è alle prese con uno strano fenomeno geologico: un imponente sinkhole è comparso nei pressi di Durham, una contea nel Nord Est dell’Inghilterra.

Solo poche settimane fa, un inspiegabile cratere è comparso in Siberia, mettendo gli esperti di fronte ad un evento geologico sconosciuto. La domanda è: questi fenomeni sono in qualche modo legati fra loro? È in corso qualche fenomeno geologico planetario non ancora compreso?

 

Il misterioso cratere acquatico dello Utah

cratere-utah

Lo strano cratere comparso a Circleville, una cittadina nel Sud Est dello Utah, è stato scoperto il mese scorso da Gary Dalton, un agricoltore locale.

Dopo aver drenato buona parte dell’acqua per irrigare i suoi terreni, Dalton si è accorto della presenza di un misterioso foro circolare sul fondo del lago.

Appena sotto la superficie, l’agricoltore ha notato due cerchi concentrici dal diametro approssimativo di 25 metri. L’anello esterno si presenta come una depressione circolare piena di alghe, mentre il cerchio interno sembra essersi formato a seguito di una qualche esplosione sotterranea.

A seguito della scoperta, Dalton ha interpellato un gruppo di esperti. Nessuno dei geologi è però riuscito a dare una spiegazione sulla natura dei cerchi concentrici. Non si tratterebbe, infatti, né di una sorgente naturale, né di emissioni gassose dal terreno sottostante, né di un cratere “da impatto”.

Gli esperti del Geological Survey sono intervenuti sul posto, rimanendo inizialmente alquanto sconcertati. “Beh, sì, abbiamo diverse teorie”, dice il geologo veterano Bill Lund secondo quanto riportato dal Daily Mail. “Tuttavia, la maggior parte di esse sono andate in fumo”.

Alcuni avevano ipotizzato che la formazione si fosse stata causata da una sorgente naturale, spingendo materiale verso l’alto dopo essere stata sovralimentata dalle recenti piogge. Ma il dottor Lund ha spiegato che la teoria è stata rapidamente smentita dalle foto aeree del lago scattate precedentemente.

Un altra teoria propone che il foro si sia creato a seguito del danneggiamento di una conduttura durante lo scavo del laghetto. Ma gli esperti hanno appurato che non ci sono condutture lì sotto. Lund esclude anche che possa trattarsi di un’eruzione di gas metano prodotto dalla decomposizione di materiale organico sotto il bacino, così come la liquefazione del terreno prodotto da un terremoto o l’impatto con un meteorite.

Durante la visita dei geologi, il signor Dalton ha messo a disposizione una gru con piattaforma in modo da poter ottenere uno sguardo ravvicinato del cratere.

Dalle osservazioni, gli esperti hanno elaborato una teoria secondo la quale potrebbe trattarsi di un cedimento della terra del lago che avrebbe incamerato aria prima di essere riempito nuovamente dall’acqua.

Questa, al momento, sembra la spiegazione più probabile, anche se il dottor Lund ha ammesso di non aver mai visto un fenomeno del genere. “Voglio dire, ci sono ancora alcune domande senza risposta. Questo è sicuro”, conclude il geologo.

 

Il Sinkhole in Inghilterra

sinkhole-durham

Una voragine larga 30 metri si è aperta nella contea di Durham, nel Nord Est dell’Inghilterra, così profondo da non riuscire a vedervi il fondo.

A scoprirla è stato Sam Hillyard, un accademico dell’Università di Durham, mentre era impegnato in battuta di caccia al coniglio. “Sam è tornato e sembrava scioccato”, racconta al Guardian John Hensby, allevatore settantunenne amico di Hillyard. “Mi ha detto che c’era un buco enorme a cui dovevo dare un’occhiata”.

“Quando l’abbiamo vista – giovedì sera della settimana scorsa – era ampia circa cinque metri”, racconta Hensby. “Ma quando siamo tornati venerdì mattina era diventata circa quattro volte più grande. Ora è larga più di 30 metri e non è possibile vederne il fondo”.

Per precauzione, i due hanno informato il Durham County Council e la polizia di Durham. Gli esperti ipotizzano che possa trattarsi del cedimento di una vecchia miniera, ma ulteriori indagini sono in corso. La prima cosa che gli esperti vogliono capire è quanto sia profonda la voragine, apparentemente senza fondo.

CONDIVIDI: